Privacy Policy

lunedì 22 maggio 2017

L'ennesima torta di nocciole


Alla sera, quando la nostra prima Trifolina è in cameretta che si addormenta tranquilla (ovviamente prima, dopo aver letto la favola o magari anche durante la lettura della stessa, piange qualche minuto perchè di andare a nanna proprio non ne ha voglia, lo dico per quelle mamme che mi leggono e a cui potrei non sembrare vera! ;)), mi distendo sul divano e resto da sola con la mia seconda Trifolina.
Eh niente, continua a sembrarmi un miracolo, questa storia della vita.

giovedì 4 maggio 2017

La schiscetta #1: pasta fredda con speck e melone


Una cara amica, che mi frequenta molto, e con cui riesco a prendere ogni mattina il caffè, quando ha letto l'ultimo post sulla gelatina di arance ha un po' rimuginato e poi mi ha scritto un sms: "Pensavo, perché non fai anche un post sulle schiscette? Alla fine sai in quante le portano al lavoro e non si hanno mai buone idee, si finisce per mangiare sempre le stesse cose... [...] "
Così ci ho un po' riflettuto, e in effetti cucino molto anche per quei pranzi in cui poi metto tutto in un cestinetto e mi porto dietro per svariate esigenze (la linea, la salute, il portafoglio...).

mercoledì 12 aprile 2017

Gelatina di arance


La primavera è quella stagione che mi riporta vitalità. Mi fa venire voglia di annusarmi intorno, di passeggiare, di cucinare e di riordinare.
E' la stagione che mi regala anche la voglia di bello, che ho sempre ma che in questo particolare periodo dell'anno sboccia ancora di più.

martedì 14 febbraio 2017

Fondant au chocolat


Penso di essere sempre stata una ragazza un po' romantica, di quelle a cui San Valentino piace un sacco.
Non il 14 febbraio in sé, ma in generale la festa dell'amore è una di quelle feste che sono nelle mie corde (e lo dimostra il fatto che noi andremo a cena fuori tutti insieme il 15, ;)).
Ve ne avevo già parlato un po' di tempo fa (anche qui, ora che ci ripenso), e tutt'ora continuo a pensarla in quel modo.

venerdì 27 gennaio 2017

Risotto alla zucca e sola


Nelle vacanze di Natale ho ritrovato la voglia di giocare in cucina.
Non di cucinare per la sopravvivenza, insomma.
Non di dover ideare minestre sempre differenti, per non farci mancare il giusto apporto di nutrimenti, e non di dover frullare tutto per "la sdentata" di casa.
Non di dover trovare la ricetta sana e buona e possibilmente non troppo impegnativa perché sai mai... arrivo alle 19 e devo ancora impostare tutta la linea, come ormai si usa dire.